mercoledì 20 agosto 2008

il flop dello sport italiano


I giornali e il presidente del Coni Petrucci, si dividono tra l 'attribuire già in anticipo un flop olimpico dei nostri azzurri e il voler ricercare la verifica solo a rassegna terminata, come si suol dire a bocce ferme.

Noi di ovalia ci permettiamo invece, di voler far notare come il nostro termine di paragone più probante debba essere la Gran Bretagna.

Essa, nazione europea con lo stesso numero di abitanti e un estensione territoriale pari allo stivale (più o meno), è terza nella classifica del medagliere, con un numero impressionante di ori e un complessivo di metalli quasi doppio a quello azzurro.Solo cultura sportiva?!...

E anche se fosse,questo dovrebbe far riflettere il presidente del Coni Petrucci e il ministro dello sport MELONI a mettere mano una volta per tutte ad un progetto Sport che ricerchi risorse anche private, e faccia decollare strutture e reclutamento a tutti i livelli.

La visibilità delle discipline, è poi altrettanto importante.Non si può pensare di avere delle reti nazionali televisive pubbliche solo schiave dell auditel, che trasmettono solo calcio dal lunedì alla domenica senza soluzione di cointinuità.
Sport è poi gioco, e fondamentale pertanto rimane, per appassionare il neofita, permettere di provare sia con l asticella del salto in alto piuttosto che con la mazza da baseball. Tale possibilità rimane una chimera in Italia in primis e in "terre d' occidente" a maggior ragione, dove il marsala rugby ad esempio, fu costretto a chiudere battenti 7 anni orsono per mancanza di un campo da gioco (e stiamo parlando di campi di calcio!!!).

Lo sport è crescere sani in corpo , mente e spirito e non investire in questo, vuol dire non avere futuro. Come se un azienda privata non prevedesse di evolversi investendo in ricerca e sviluppo.

16 commenti:

Anonimo ha detto...

caro eraclix come sempre hai ragione ma siccome in Europa ma specialmente in Italia nel calcio i presidenti delle societa e il presidente della federcalcio ed affini ci mangiano per non dimenticare trale varie cose che siamo l'unico paese dove il calcio influenza anche la politica.

PLEASE DON'T PLAY SOCCER
PLAY RUGBY

SPARTANO

sergio fina ha detto...

é un peccato che il rugby lo sport piu nobile fra tutti sia escluso da queste conpetizioni
qualcuno mi sa spiegare il perche ?
uno sport dove si vedrebbero gli amaricani umiliati non puo essere presente.
almeno cosi leggevo in un sito

eraclix ha detto...

@sergio:..ma che bel sito comunista che frequenti...ah,ah,ah,ah..Cmq il motivo per cui il rugby non è inserito nel programma olimpico è l esigua durata del torneo stedo (due settimane)mentre considerando i recuperi tra una partita e l altra i rugbysti hanno bisogno di almeno 4-5 giorni. A chi insinua qualcosa sulle aquile(così sono chiamati i rugbysti yankees )ricordo che sono i campioni olimpici in carica di rugby e che Rogge presidente internazionale del CIO è un ex rugbysta francese e vorrebbe portare fra le discipline olimpiche almeno il rugby a sette.

Anonimo ha detto...

Sarebbe bello vedere il nostro sport come disciplina olimpica cosi almeno aumenterebbero notevolmente gli interressi al nostro sport, tu che ne pensi eraclix?

SPARTANO

eraclix ha detto...

@spartano:Come detto è impossibile inserirlo in un programma compresso di due settimane come quello olimpico.
La cassa di risonanza sarebbe importante ma bisognerebbe riservarla agli under 20 che l anno olimpico giocherebbero le olimpiadi invece che il mondile junior.I senior infatti tra campionati,coppe, test match,tornei con le nazionali sono fin troppo spremuti.

eraclix ha detto...

ovviamente la proposta più generale sarebbe quella di portare a tre le settimane delle olimpiadi per adattarle alle esigenze cresciute di competizione e diritti televisivi.

sergio fina ha detto...

se il problema e questo non vi preoccupate io e lo spartano siamo disposti a fare pure tre partite al giorno teneteci in considerszione hahahaha scherzo ovviamente


PS:voglio anche io un soprannome aiutatemi a trovarlo (che non sia riccioli d'oro)

eraclix ha detto...

@sergio..considerando i tuoi trascorsi..
"wateRUGBY"
considerando le tue caratteristiche..
"UTILITY"
considerando le tue ide politiche(secondo lillo Gesone)..
"ricciolo rosso"

ricciolo rosso ha detto...

una spece di rosso malpelo in pratica
mi sarebbe piaciutaqualcosa un po piu agressiva e breve ma mi accontento se è suggerito da lillo

ps:per felice oggi all 1:45 al redspot?

Anonimo ha detto...

beh..l'idea è mia ma a rendere pubblica la tua prefenza politica è lillo..confermato l 'appuntamento.by Felix

Anonimo ha detto...

I famosi sandali tacco 12 sul blog che conosci.

GT

Anonimo ha detto...

sergio che ne diresti furetto intelligente ahahah cmq ti consiglio Parissesons

SPARTANO

sergio fina ha detto...

grande spartano ti ringrazio per l'inteligente ma non capisco il furetto
ormai mi sono arreso non ci sono soprannomi per me mi limitero a chiamarmi bergamasco ahahahahha
anche se sto perdendo l'unica cosa che avevo uguale a lui i CAPELLI

Anonimo ha detto...

Scusa perche invece di bergamasco non usi dinamite?

SPARTANO

giuzzofina ha detto...

dinamite sarebbe piu apropiata per te che sembri esserlo caro spartano

Anonimo ha detto...

se come no... specialmente adesso che sotto ogni aspetto faccio schifo, guarda ahahaah

SPARTANO

"....la piu' bella vittoria l'avremo ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacita' di soffrire. Questo e' uno sport che allena alla vita."

John Kirwan ex allenatore nazionale italiana e giocatore degli All Blacks