martedì 21 ottobre 2008

Festa a NICOLOSI


In A prima vittoria siciliana!
Competitivo questo San Gregorio lo è certamente. Si temeva dopo la prima sconfitta interna nell'esordio a Nicolosi contro il Brescia ma a sistemare il credito del XV siculo ci ha prima pensato il pareggio esterno contro il Viadana e poi la notizia che il Brescia nella giornata di domenica il viadana lo abbia asfaltato ridando credibilità al valore degli etnei che in contemporanea battevano l'attuale cenerentola del girone. Il colleferro, infatti, promosso una settimana prima dell'inizio del campionato in virtù del ritiro dell'amatori Catania, non si è potuto nè attrezzare , nè programmare. Chissà che non lo faccia nel girone di ritorno.

SAN GREGORIO CATANIA RUGBY – COLLEFERRO RUGBY 29-7 (p.t. 12-0) San Gregorio Catania Rugby: Faia Pappalardo, Iacono, Caratozzolo, Messina (25’ p.t. Leonardi), Gravagna, Pucciariello, Failla, Arancio, Gambadoro, Carbone, Taschetta (10’ s.t. Camorali), Carreras, Gens (38’ s.t. Sanfilippo), Lo Faro (10’ s.t. Miduri), Todaro (33’ s.t. Suaria). All. Orazio Arancio. Colleferro Rugby: Turco (1’ s.t. Padovese E.), Martini (1’ s.t. Mancini), Idini (33’ s.t. De Maggi), Ciarla, Sabellico (19’ s.t. Cekrezi), Sidoreac, Lenz, Ionescu, Cibotariu, Massicci (8' pt. Sarnino), Pennese, Napoli, Leo, Papaianni (38’ s.t. Quadro), Haidar (20’ s.t. Angelucci). All. Luigi Rossetti. Marcatori: p.t. 18’ meta Caratozzolo (5-0); 35’ meta Todaro, tr. Pucciariello (12-0); s.t. 5’ c.p. Pucciariello (15-0); 19’ meta Haidar, tr. Sidoreac (15-7); 25’ meta Arancio, tr. Pucciariello (22-7); 39’ meta Iacono, tr. Pucciariello (29-7). Arbitro: Claudio Passacantando (L’Aquila).
Note: cartellini gialli: 18’ s.t. Failla, 40’ s.t. Carreras; 300 spettatori circa.

Inizio di gara di marca siciliana con i padroni di casa che schiacciano i rossoneri nella loro metà campo come conferma il mister Luigi Rossetti “loro sono partiti forti come era prevedibile e ci hanno messo in difficoltà soprattutto nei primi venti minuti. Poi però la partita è stata equilibrata e il risultato ci penalizza al di là di quello che si è visto sul terreno di gioco”.
La pressione iniziale dei locali produce i suoi frutti al 18' con Caratozzolo che va in meta. Prima dell'intervallo è Todaro a rendere ancora più in salita la strada del Colleferro. Pucciarello trasforma fissando il punteggio finale del primo tempo sul 12 a 0.
Nella ripresa dopo un calcio piazzato di Pucciarello, il Colleferro cresce “rispetto all'esordio con il Piacenza – analizza Rossetti (del colleferro)– siamo migliorati molto nelle fasi statiche reggendo il confronto sia in mischia che in touche. Abbiamo creato molto senza però riuscire a concretizzare come avremmo dovuto. Loro sono stati più bravi di noi a sfruttare tutte le occasioni che gli sono capitate”.
Il carattere e la grinta dei rossoneri riceve il giusto premio al 19' con il pilone argentino Haidar, al debutto dal primo minuto, che è bravo a concretizzare l'ennesima ripartenza rossonera schiacciando l'ovale oltre la linea di meta.
Sidoreac trasforma portando il Colleferro a -8. I sogni di rimonta rossonera durano però lo spazio di 6 minuti. Al 25' infatti il San Gregorio passa ancora con Arancio. Prima della chiusura del match è Iacono a trovare la meta del quinto punto siciliano cristallizzando il risultato sul 29 a 7.
Risultati A girone 2 MED ITALIA RECCO - ANTARES BENEVENTO 8-32 (pt 8-8); MIRANO -VIBU NOCETO = 28-50 (10-26) ZHERMACK BADIA POLESINE - CAMMI CALVISANO 16-13 . BANCAFARNESE LYONS PIACENZA- RUGBY BENETTON TREVISO 12-60 . MONTE PASCHI VIADANA BANCO DI BRESCIA = 12-37

2 commenti:

romoletto ha detto...

Scusami Eraclix, ma che beeeeeppppp ci fa quell'essere inutile di lombardo assieme alla squadra di rugby.
Ma perchè invece di presenziare sempre nelle cose voluttuose non pensa a risolvere i problemi seriamente della terra che ha devastato?

eraclix ha detto...

ma no che dici romoletto lui crede di essere il messia il salvatore, il moralizzatore, il lavoratore,il forte, il leghista..Dici che è solo un PIRLA?!..mah ti ascolterò..

"....la piu' bella vittoria l'avremo ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacita' di soffrire. Questo e' uno sport che allena alla vita."

John Kirwan ex allenatore nazionale italiana e giocatore degli All Blacks