giovedì 6 novembre 2008

genitore è chi cresce un figlio...


"Genitore è chi mi ha cresciuto"
Balotelli rinnega la famiglia naturale
Mario Balotelli tiene a distanza i genitori biologici. ll talento nerazzurro, adottato a 3 anni da una famiglia bresciana, scrive sul suo sito internet una lettera a Thomas e Rose Barwuah: "Ma quale affetto? Ma quale legame di sangue? Non c'è alcun legame, se non con le persone che mi hanno amato come un figlio. Gli altri, per me, sono estranei". Mario accusa la famiglia naturale di averlo abbandonato e di cercare ora visibilità.
L'atleta 18enne non ha gradito le interviste rilasciate dai Barwuah ad alcuni giornali, in cui spiegano di essere stati costretti ad abbandonare il piccolo a causa della loro situazione economica. "Si è scritto di due persone costrette, perché povere e senza lavoro, a dare in adozione il figlio. Ma io non sono mai stato dato in adozione - risponde l'attaccante dell'Inter - e soprattutto nessuno li ha mai costretti ad abbandonarmi in ospedale quando ero neonato e a sparire negli anni successivi all'affido". Balotelli è ferito da questa ricerca di un posto al sole da parte dei genitori biologici e incalza: "Perché nessuno ha chiesto ai signori Barwuah, che oggi si fanno fotografare sui giornali con facce tristi e con la mia maglia dell'Inter in mano, come mai, una volta che sono guarito, non hanno fatto domanda in Tribunale per riprendermi? E perché per 16 anni, a parte qualche visita all'inizio, grazie alla pazienza di mamma e papà che mi portavano da loro, hanno pensato bene di sparire salvo venire allo scoperto adesso che sono diventato un giocatore di serie A?". Per 16 anni Mario non ha neppure ricevuto una loro telefonata nel giorno del suo compleanno. Ma ora i Barwuah rivendicano il loro diritto di genitori. Ma il calciatore non ci sta: "Vogliono far sapere a tutti che sono loro i veri genitori e che vogliono il mio affetto, come se fosse un loro diritto derivante dallo stesso sangue. Nonostante la mia richiesta di smetterla, continuano a farsi intervistare sperando di ottenere chissà quale vantaggio e lanciando accuse bugiarde a mamma Silvia e papà Franco. I quali non erano affatto ricchi quando mi hanno accolto, né lo sono oggi. Papà pensionato e mamma casalinga, due persone normalissime e con altri figli. Non hanno mai parlato male dei miei genitori biologici davanti a me (come é stato invece bugiardamente scritto) e a tutt'oggi scelgono il silenzio e il non apparire per un'unica ragione: il mio bene". La talentuosa stella dell'Inter mette poi le mani avanti: "Mi aspetto, a breve, di vedere i signori Barwuah lanciare appelli anche davanti alle telecamere nelle trasmissioni tv, e dichiaro fin d'ora che questi appelli, opportunistici e tardivi, non otterranno alcuna risposta. Penso che se non fossi diventato Mario Balotelli, di me ai signori Barwuah non gliene importerebbe nulla".

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Non capirò mai una madre che abbandona suo figlio!

Elena T.

Anonimo ha detto...

non sono padre ma impazzisco a solo immaginare l'abbandono di un bimbo, a prescindere che sia il proprio..Figuriamoci chi ti è cresciuto dentro..
Balotelli è grande ed ha risposto da uomo nonostante i suoi 18anni.
by eraclix

kosovaro ha detto...

balotelli ha risposto come chi soffre molto questa decisione.
...e non sono sicuro che abbia fatto le giuste dichiarazioni.
marco parla con rabbia, ciò significa che tiene molto all'argomento e molto ha sofferto a causa di questo, ma è evidente il suo spirito di rivalsa nei confronti di chi, nonostante tutto, gli manca.

marco.

kosovaro ha detto...

eraclix, so che non ce n'è bisogno, sai comunque che quello che dico deriva dal mio pensiero e, anche se (spesso) in contrasto con quello degli altri è comunque solo e semplicemente il mio punto di vista ed è gratis... chi lo vuole se lo prende, sennò...

marco.

Anonimo ha detto...

Secondo me invece ha ragione il mio omonino cioè i genitori naturali la abbandonano perche non hanno possibilità di mantenerlo, ed ora che che sta bene e si è fatto un mazzo così per diventare qualcuno adesso lo chiamano figlio mio,
Grande "Straordimario" continua cosi

SPARTANO

critico ha detto...

Mai nessuno può giudicare un'altra persona forse e vero se non fosse diventato Mario Balotelli i veri genitori non si sarebbero fatti sentire, ognuno di noi la pensa in modo diverso forse io e dico forse l'avrei accettati solo x qualche incontro.
Scrive uno che il padre gli è venuto a mancare a soli 5 anni e preferisce non parlare della disgrazia non sono padre ma quando non vedo il mio nipotino (3a) e mio cugino (6a) sto veramente male.
Non si abbandona mai nessuno sopratutto gli animali.
Aspetto risposta per vederci la partita domani assieme

romoletto ha detto...

Purtroppo Balotelli non è il primo e non è neanche l'ultimo che ha ricevuto un simile trattamento.
Se ai genitori naturali fosse realmente interessato qualcosa del ragazzo, avrebbero cercato e fatto di tutto per restare in contatto con il figlio e la famiglia che l'ha adottato.
Ora perchè Il figlio naturale guadagna i bei soldini se n'escono con una storia strappalacrime; beh è troppo facile

romoletto ha detto...

Purtroppo Balotelli non è il primo e non è neanche l'ultimo che ha ricevuto un simile trattamento.
Se ai genitori naturali fosse realmente interessato qualcosa del ragazzo, avrebbero cercato e fatto di tutto per restare in contatto con il figlio e la famiglia che l'ha adottato.
Ora perchè Il figlio naturale guadagna i bei soldini se n'escono con una storia strappalacrime; beh è troppo facile

critico ha detto...

Forse mi sono spiegato male sono d?accordo con te ma ho scritto che forse io l'avrei solo incontrati,
penso d'aver capito chi sei e come me se non ricordo male dovresti essere orfano sai la mencanze di un membro della famiglia x Mario e solo rabbbbia perche gli vuole bene

Anonimo ha detto...

ma scusa critico come fa a voler bene chi non conosce?!..
BALOTELLI ha ragione a chiudere la porta a chi non è stato genitore..
A crearli siamo buoni tutti, natura permettendo, il resto è il compito dell'amore che supera tutto...
by eraclix

romoletto ha detto...

Effettivamente sono orfano di padre, anche se ho perso mio a quasi trent'anni, e non mi vergogno a dirlo che tutt'ora ne sento la mancanza, e come mi dissero 2 amici + grandi di me, non ha importanza l'età a cui perdi 1 o entrambi i genitori, ti mancheranno sempre

critico ha detto...

Lo sò a me mancha tantissimo ma si deve tirare avanti picchierei a sangue quei zagazzi che disprezzano i propri genitori buoni o cattivi.
non dimenticatevi che sabato 15 nov ore 15 al bar relax vicino il panatletico ci vediamo la partita di rugby ITALIA- ARGENTINA siamo in 6 vieni pure tu

"....la piu' bella vittoria l'avremo ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacita' di soffrire. Questo e' uno sport che allena alla vita."

John Kirwan ex allenatore nazionale italiana e giocatore degli All Blacks