giovedì 4 dicembre 2008

il ritorno


Dopo appena un'anno di distanza ecco che le reti mediaset rimettono in programmazione su canale 5 la fiction sulle gesta di Totò Riina e Bernardo Provenzano, "il capo dei capi".
Nonostante gli enormi ascolti raggiunti nell'anno passato e i pareri positivi di tantissimi critici, io mi dissocio da questi cori di congratulazioni.
Ero di parere piuttosto critico e lo sono tutt'ora su questa fiction; infatti, secondo il mio modestissimo parere, non si è fatto altro che enfatizzare le gesta di questi 2 delinquenti e di tutti i loro accoliti, e ciò potrebbe spingere diverse persone ad emularmi, a credersi al di sopra dello stato e a riaprire una stagione di sangue, terrore, omicidi, bombe, stragi che tanti lutti hanno portato alla nostra terra fino a 16 anni or sono.

8 commenti:

sigfrido ha detto...

e di che ti sorprendi! Mediaset di chi e'?
La procura Antimafia di Caltanissetta ha dimostrato che l'On. Dell'Utri ( braccio destro di Berlusconi) si attivò per la formazione del partito Forza Italia anche per indicazione del Signor Provenzano. La sentenza che lo condanna a 9 anni per concorso esterno a Cosa Nostra nasce da qui.
Non dimenticare poi che lo stesso Silvio si avvaleva di un tale Vittorio Mangano, condannato per Mafia all'ergastolo. Lavorava da Silvio come stalliere e nel tempo libero - si evince dalla sue conversazioni intercettate - si preoccupava di portare i cavalli a Berlusconi in Albergo....

Tra le altre cose Mangano si preoccupava anche di gestire lo spaccio di cocaina per conto della Mafia in Lombardia....e pure per questo prese qualche altro annetto...

Secndo te, che tipo di cavallo poteva portare in albergo a Silvio????


Durante la scorsa campagna elettorale Dell'Utri aveva detto che i libri di storia andavano riscritti e che Vittorio Mangano era stato un eroe....
Berlusconi poi , non tutti lo sanno, fu iscritto al registro degli indagatti dalla menzionata Procura ( qualcuno dira comunista...) per concorso in stragge ( quella di Falcone e di Borsellino...). Sentenza archiviata per insufficenza di prove.

Ti sorprendi se la TV propone una chive di lettura diversa dei fatti e della storia!

Sigfrido

romoletto ha detto...

Scusa Sigfrido, ma non sei tu che dici che non parli di politica?
Comunque il fatto che Mediaset appartenga a Berlusconi non c'entra assolutamente nulla con la mandata in onda, perchè se fosse stata presentata la prima volta dalla Rai non ci avrebbe pensato 2 volte a riproporla per questioni di merchandising.
Poi che a destra ci siano tante persone poche chiare che starebbero meglio dietro delle sbarre nè sono consapevole io come te, ma non dimenticarti che nelle famose elezioni parlementari del 2001, quelle del famoso 61 a 0 un candidato alla camera dei deputati di Porto Empedocle del centro sinistra fù arrestato perchè si serviva del Boss locale per raccogliere voti ed essere eletto, inoltre, in provincia di Trapani c'è un comune che è sotto controllo ministeriale in quanto in odore di mafia, ed è governato da una giunta di sinistra.
Ricordati questo caro Sigfrido, i cosidetti mafiosi non stanno solo da una parte ma vanno sempre dalla parte del + forte, in quanto , ed è veramente duro dirlo, perchè sembra che io accetti la sconfitta, "non esiste stato senza mafia, non esiste mafia senza stato", non riusciremo mai a sconfiggerla

Anonimo ha detto...

Quindi io che non guardo mai la tv sono immune da tutto.. Saggia decisione allora la mia!

Elena T.

romoletto ha detto...

Scegli sempre le decisioni migliori Elena, complimenti

Anonimo ha detto...

Grazie Romoletto!
È che io preferisco la compagnia di buoni amici o la lettura alla tv..

Elena T.

romoletto ha detto...

molto spesso anch'io

kosovaro ha detto...

ciao elena, piacere di risentirti.
come te, sono anni (una vita...) che mi sono "disintossicato" dalla tv, però...
già, però non ne sono immune!
nel senso che, vivendo in questa parte del mondo, non posso evitare di venire a conoscenza (anche se superficialmente) dei palinsesti televisivi.
il fatto è che ormai siamo così dipendenti da questo strumento che non appena sei in un contesto diverso da casa tua si diviene preda della televisione.
...che so, vai al bar e c'è la tv accesa, ti incontri con gli amici e si parla di quel programma o di quell'altro reality e così via.
comunque non demordo e, quando accendo la tv (capita anche a me) è per godermi qualche bel match di rugby.
alla prossima e statemi bene.

marco.

Anonimo ha detto...

Marco, io essendo donna non frequento bar.
Forse sono avvantaggiata da questo..

Elena T.

"....la piu' bella vittoria l'avremo ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacita' di soffrire. Questo e' uno sport che allena alla vita."

John Kirwan ex allenatore nazionale italiana e giocatore degli All Blacks