mercoledì 21 gennaio 2009

la palestina non esiste....


La pace non ci sarà mai. La palestina non esiste come i palestinesi, essi sono solo un bieco gioco strategico dei paesi arabi mirante a cancellare il diritto di Israele ad esistere. Giordani, siriani, libanesi sono tutti la stessa cosa come loro stessi si sentono.

Così qualsiasi soluzione si proporrà sarà sempre cancellata, bocciata o demolita dai paesi cosidetti islamici-moderati(?).Questi se accettassero qualunque soluzione proposta dall'occidente (sottolineo qualunque) DOVREBBERO FARE I CONTI CON SUSSEGUENTI PROBLEMI INTERNI MOSTRUOSI a causa dell insorgere di imam, madrasse e gruppi integralisti ed ortodossi vari che non considerano nemmeno utopisticamente la possibilità che viva uno stato ebraico e sionista. ESALTATI IGNORANTI COME LE PECORE(L'AFFERMAZIONE NON è AFFATTO RAZZISTA. iL TASSO DI ANALFABERTISMOè MASSIMALE NEI PAESI ARABI RISPETTO A TUTTI GLI ALTRI STATI DEL MONDO. rEALTà SUD SAHARIANE COMPRESE) che rendono impossibile una questione che invece razionalmente avrebbe già trovato soluzione 60 anni fa.

12 commenti:

kosovaro ha detto...

eraclix, illuminami: qual'è la proposta vecchia di 60 anni?
...mi basta un accenno, mi informo bene e poi dico la mia...
a presto.

marco.

eraclix ha detto...

La prima proposta favorevole ai palestinesi con la nascita di uno stato ebreo e di uno palestinese è del 1937. Una proposta che l'allora mufti di gerusalemme, islamico-nazista respinse con sedegno. La proposta britannica prevedeva che lo stato sionista avrebbe occupato solo il 20% di quella che abitualmente si usa definire la palestina mentre un trattato internazionale avrebbe pèreservato Gerusalemme..Ribadisco è contraria alla logica islamica l'esistenza di Israele a prescindere. Questa fu la prima di una lunga serie di proposte...

Calescopio ha detto...

...e l'usucapione?

- Dopo l'Olocausto gli ebrei tornarono nella loro terra
d'origine.
Quando tornarono in Palestina però, si accorsero che quella che una volta
era stata la loro patria ora era occupata da popoli arabi detti palestinesi.
Questi ultimi non volevano spartire la loro terra con nessuno, tanto meno
con una popolazione di lingua e religione diversa. Da allora nacque la
cosiddetta questione palestinese perché - dopo diversi conflitti - il popolo palestinese rimase
senza una sua patria e senza un suo stato. Invece gli
ebrei costituirono e ingrandirono una loro nazione: Israele. -

Chi va a Roma perde la poltrona?!?

Anonimo ha detto...

benvenuto calescopio...una nuova testa pensante di e in ovalia...
by eraclix

Calescopio ha detto...

non so se nella scala evolutiva posso già considerarmi un sapiens, tuttavia ti ringrazio per la "testa pensante"..

Romoletto ha detto...

Beh non è proprio che gli ebrei andarono via dalla Palestina di loro libera iniziativa Calescopio, per cui non credo che il detto "Chi va a Roma perde la poltrona" possa valere

eraclix ha detto...

La verità comincia a farsi strada, lo scrive Lorenzo Cremonesi, in questo caso una garanzia. Siamo stati bombardati, nelle radio, in Tv, sui giornali, ogni bollettino di guerra era preceduto dalla solita macabra contabilità " i morti ad oggi sono...". Adesso le cifre cominciano a trapelare, e siamo lieti che il primo a darne notizia sia proprio Cremonesi, uno che le fonti palestinesi se l'è sempre bevute senza beneficio di inventario. Sul CORRIERE della SERA di oggi, 22/01/2009 a pag.1-5, scrive addirittura " il loro numero appare molto più basso dei quasi 1300 morti riportati da Hamas, i morti potrebbero essere tra 500 e 600, meno della metà. Strano che le organizzazioni non governative straniere le riportino senza verifica ". Strano ? Non diremmo proprio, e non solo le Ong, ma tutti media hanno creduto ciecamente alle "fonti palestinesi". Si legga anche dei letti vuoti negli ospedali di Gaza, mentre per tutto il tempo del conflitto sembrava che non ve ne fossero più di disponbili. Si sta ripetendo la stessa storia di Jenin, di Kana, della Chiesa dell'Annunciazione, con i media occidentali che pendono dalle labbra delle "fonti palestinesi", sparando cifre senza sentire il dovere professionale di verificarle. Le smentite, come sempre, arrivano tardi, così come il racconto dei crimini che realmente Hamas ha compiuto contro i cittadini di Gaza, raccontati nel servizio di Cremonesi. Quei numeri, quelle immagini, sono stati assorbiti dalle menti di coloro che stavano davanti ai teleschermi, sarà difficile cancellarle.

eraclix ha detto...

@calescopio..La situazione della diaspora è molto più complessa del chi va a roma..Tengo a precisare che la palestina non era abitata stabilmente ma era una regione semideserta del regno ottomano...Questi sono dati storici..

Calescopio ha detto...

@eraclix vedo che sei informato, addirittura conosci la storia di 600 anni prima di cristo (circa), mi fà piacere, tuttavia vorrei portare delle considerazioni:
1. credo che ragionando su vicende tanto vecchie (600 a.c. mese più mese meno) avremmo qualche problema a mantenere la pace anche in occidente
2. penso che l'interesse a mantenere questa instabilità politica in medioriente sia più un interesse degli USA che degli stessi arabi
3. in generale non mi piace la prepotenza, soprattutto quando non si combatte ad armi pari ( a volte un immagine vale mille parole.... http://www.voltairenet.org/IMG/jpg/es-intifada390.jpg )
4. non credo alle guerre fatte per questioni religiose... per me si fanno solo per interessi
5. rispetto i credi e le religioni di tutti, e spero di non essere frainteso.. penso però.. purtroppo.. che "spesso" la religione - come la storia ci insegna - è un mezzo di controllo delle masse a disposizione dei potenti per i loro sporchi affari
6. la colpa di quanto stà succedendo, a mio parere (per quel che vale) non è nè degli israeliani nè dei palestinesi.. entrambe vittime a loro modo...

eraclix ha detto...

@calescopio: sulla questione della guerra ad armi pari ribaltata ad Israele c'è proprio da ridere.
Nel 1948, Siria, egitto, iraq, arabia saudita, giordania, iran scatenarono un offensiva congiunta all'indomani della dichiarazione di creazioine dello stato ebraico.
La replica dell attacco su vari fronti arabi avvenne nel giugno del 1967.Per non parlare dell'attacco di siria ed egittoi nel 72 ad israele mentre le famiglie israeliane eranop a casa pert lo yom KIPPUR festa ebraica...E sta volta erano solo 2 contro 1...Vogliamo parlare dell'aggressione agli atleti israelini a monaco'72 o del 1982?!
IUl rapporto lo ricordo è di 10 a 1 &0.000.000 di arabi contro 6.000.000. Non mi si dica dell aiuto degli americanii perchè la guerra dei 6 gioorni o la vittoria israeliana è frutto della voglia di sopravvivere degli israeliani. Storia docet...
by eraclix

Anonimo ha detto...

Poi il regno ottomano è moolto dopo cristo circa 1500 anni...
by eraclix

Anonimo ha detto...

Per la cronaca infine ..il provocatorio titolo..La palestina non esiste è una dichiarazione espressa in tempi diversi da leader arabi in lotta contro israele..Da non credere vero?!..
by eraclix

"....la piu' bella vittoria l'avremo ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacita' di soffrire. Questo e' uno sport che allena alla vita."

John Kirwan ex allenatore nazionale italiana e giocatore degli All Blacks