martedì 13 gennaio 2009

qualcuno la chiama civiltà....




I talebani del Pakistan massacrano la ballerina. I suoi dvd sul cadavere
Ora è panico fra le altre danzatrici



È almeno dall'impero Moghul, cinque secoli fa, che le danzatrici in quello che oggi è il Pakistan sono rinomate e ricercate. Nei teatri, nelle case dei ricchi, alle feste di nozze, recentemente negli studios cinematografici, qualche volta (ma raramente) nei bordelli: un'arte antica quella delle danza «mujra», simile a quella delle sorelle più a sud, in India, o a ovest, in Medio Oriente. Un'arte attaccata negli ultimi anni, insieme ad altre «pratiche oscene» (musica e cinema, aquiloni e talismani, ma anche scuole per le bambine) dagli estremisti islamici, talebani o come li si vuol chiamare. E prova del loro rafforzarsi è anche, appunto, la sparizione delle danzatrici. Sparizione che può essere fisica, e crudele: Shabana, la più famosa delle ballerine di Mingora, poco a nord di Peshawar, nella meravigliosa e una volta turistica valle di Swat parallela al confine afghano, è stata uccisa qualche giorno fa con un inganno.
Quattro «clienti» l'avevano contattata nel Banr Bazar, a casa del padre-manager, e chiesto di danzare per loro. Era tanto che non si esibiva in pubblico, troppo pericoloso: solo qualche video o festa privata. Magari quella sera un sospetto lo ha avuto, Shabana. Ma ha aperto lo stesso, si è vestita per ballare. Per l'ultima volta: gli uomini l'hanno prima insultata, poi trascinata in piazza, le hanno sparato. Sul corpo hanno gettato pallottole, banconote, cd, dvd e foto con le sue performance «anti- islamiche». Un avvertimento ben più potente delle lettere recapitate ad altre sue compagne da mesi. O degli insulti misti a minacce che Maulana Shah Dauran, numero due dei talebani di Swat, trasmette sulla sua radio Fm, illegale ma ascoltata da tutti: «Se non altro per sapere cosa rischiamo», dicono gli abitanti. I giornalisti locali nell'area — i pochi rimasti dopo la presa di controllo da parte dei talebani, da dicembre assoluta — segnalano che il messaggio è arrivato, chiaro e forte.
OAS_AD('Bottom1');
Le ultime danzatrici di Mingora hanno chiuso bottega, appeso alla porta cartelli per avvisare chi ancora non aveva capito, fatto armi e bagagli, sono scappate a sud. Molte erano allieve di Shabana, come lei apprezzate per la pelle particolarmente chiara dei pashtun. Tutte hanno puntato a Peshawar (ma anche qui l'aria non è delle migliori), poi a Lahore e Karachi. «Dozzine di famiglie di danzatrici hanno lasciato le province del Nord Ovest, poche sono rimaste, senza più redditi come noi», ha raccontato Fazl-u-Maula, suocero di una delle ballerine scappate. Nella valle l'influenza talebana — dopo la guerra del 2001 che depose il regime degli studenti di Dio nel vicino Afghanistan — era tornata a diffondersi già nel 2005. L'alleanza politica dei partiti islamici radicali, la Mma, qui è potente. Ancor più lo è il Tehreek-e-Taliban, movimento militare qaedista. Gli effetti? Chiusi i barbieri, i negozi di video e musica, le bambine bandite dalle scuole, le donne da ogni lavoro e perfino dai mercati (sola eccezione: le infermiere). E intanto la doppia guerra in corso nell'area (degli Usa contro Al Qaeda, di Islamabad contro i talebani) diventa ogni giorno più feroce. Con villaggi distrutti, morti e vittime anche tra chi (ma non è una novità) non c'entra niente
inviatoci da Jameelah

26 commenti:

Anonimo ha detto...

Il panarabismo nato di fatto neglia anni 50 è stato soppiantato dal panislamismo integralista e questo tumore va estirpato e combattuto perchè di cancro si muore .Non si può fingere che sia un raffreddore.
Mi spiace per chi si ostina a scandire inutili slogan contro un presunto imperialismo occidentale, Hitler e le dittature europee non sono state debellate dal chiacchiericcio pacifista e dalle buone intenzioni catto-arcobalene.
by eraclix

Anonimo ha detto...

giusto sono un tumore. E come si cura il tumore? Con la chemio!!!
bombardiamoli con l'atomica tutti sti arabi di merda. Gridiamolo ad alta voce e senza ipocrisia.
Romoletto ed Eraclxisx incalziamo il cossovaro comunista e tutti i suoi amici filo palestinesi...andate a lavorare sinistrorsi di sti maroni

Elena T. ha detto...

Un brivido per Shabana. E per tutte le donne.

Si parla di queste barbarie come di un cancro e della chemio come di una possibile cura. Giusto, la chemio è una possibile cura.
Ma se si parla di cura va ricordato che l'unica cura veramente efficace per il cancro è la prevenzione. E prevenire adesso ovviamente è impossibile!
E allora?? Come affrontare la situazione??
Occorrerebbe una mappatura perfetta del problema, una radiografia, magari una biopsia.. Si può?? Chi ha il rimedio magico per tutto questo??

Nell'attesa della soluzione, rimane solo una giornata di dolore per le donne.

In modo del tutto apartitico dico che io avrei preferito un presidente USA donna.
Il potere, nella più grande potenza mondiale, passa di mano in mano, di colore in colore, ma non da sesso a sesso. Perché??
Quello sarebbe stato un segnale veramente significativo!!

kosovaro ha detto...

elena non ti illudere.
io credo nelle competenze e l'amministrazione economica di una casa, un paese o una nazione è competenza femminile.
non a caso le prime società della storia erano di stampo matriarcale e, a quanto pare, ci furono vere e proprie rivoluzioni per il passaggio alla società patriarcale.
come prevenzione contro il potere alle donne cominciarono le discriminazioni con l'evoluzione socioale che sappiamo e che porta fino ai giorni nostri.
ma il maschio ancora teme la donna, attaccata sempre e comunque con mille luoghi comuni.
per farla breve, oggi, se un presidente degli stati uniti dovesse essere donna, sarebbe una rivoluzione solo mediatica, chè alla fine anche obama, temo, sia solo un pupazzo in mano ai massoni.
una donna non rappresenterebbe una rivoluzione, solo una bambola manovrata.

marco.

eraclix ha detto...

@...sempre più sessantottino il mio kossovaro...
@Beh la Clinton la trovo meno innovatrice di Obama a prescindere dal sesso..
Bacioni cara!!

kosovaro ha detto...

...e dagli!
con il '68 in comune ho solo l'anno di nascita.
per il resto questi figli di papà e mammà (solo papà è poco) che riscaldano comodamente i loro comodi divani nei loro sfarzosi salotti mi stanno ...beh, si capisce.
di questi "idealisti" imborghesiti e pure bigotti non so che farmene.
in quegli anni era di moda "fare politica" e la facevano come piace a te: con le bombe.
nemmeno sapevano di essere solo uno strumento e, all'occorrenza, si sono tutti ravveduti, pentiti, istituzionalizzati e allineati.
quei pochi rimasti fedeli alle loro idee sono anche più pericolosi: sono ancora ai tempi di ordine nuovo e lotta continua, e io queste cose le ho vissute, so di cosa parlo.
a quei tempi si andava in gruppo, di notte e armati con coltelli, pistole e catene anche solo per appendere qualche manifesto politico e la maggior parte delle volte finiva a rissa.
non di rado si ci prendeva a pistolettate.
a ben vedere, i tempi di oggi sono figli anche del '68, degli anni di piombo, degli "hippy", degli "yuppy "e, sopratutto dei coglioni.
no caro felice, non sono sessantottino, te lo ripeto ancora: sono un uomo e cerco di comportarmi da tale.
punto e (se a te va bene) basta.

marco.

Anonimo ha detto...

@gli yupies sono anni ottanta...
mica ho detto che sei un sassantottino..nel vero senso della parola, ma scrivi e parli come quelli di lotta continua...
by eraclix

romoletto ha detto...

Ma lo sapete che chi si nasconde sotto la voce di anonimo è lancia delle accuse contro questo o contro quello è solamente un vigliacco e traditore che non ha il coraggio di far valere la propria ragione e colpisce solo alle spalle?
Bene queste sono le persone che io detesto di * e che le spazzerei ben volentieri dalla faccia della terra.
Ecco in questo caso io sono un razzista.
Flavio T

Anonimo ha detto...

@flavio t..calma!!! il bello di un blog è dire liberamente cosa si vuole e come si vuole..l'anonimato è una scelta lecita..
by eraclix

Anonimo ha detto...

Ecco, caro kossovaro come il tuo bel terzo mondo collabora con l'occidente...Altro che imperialismo dell'uomo massone ricco americano o europeo
IBrasile, lo dichiara rifugiato politico
Cesare Battisti non sarà più estradato in Italia. L'ex militante dei Proletari Armati per il Comunismo, condannato all'ergastolo in Italia per quattro omicidi tra il 1977 e il 1979, resterà in Brasile che gli ha riconosciuto lo status di rifugiato politico. A darne notizia è stato il ministro brasiliano della Giustizia, Tarso Genro. Battisti si trova in un carcere a Brasilia, ma potrà tornare in libertà questa settimana e vivere in Brasile liberamente.


"E' tradizione del Brasile considerare di concedere lo status di rifugiato politico ogni volta che riteniamo che esiste un fondato timore di persecuzione politica contro un cittadino", ha spiegato Pedro Abromovay, segretario agli affari legislativi del ministero della giustizia. L'annuncio è arrivato tramite un comunicato diffuso nella notte dal ministro della Giustizia, Tarso Genro, che si è così pronunciato in modo opposto a quanto deciso dal Conare (Comitato Nazionale per i Rifugiati), che nel novembre scorso aveva respinto per tre voti contro due la richiesta di asilo politico formulata da Battisti.

La nota ricorda che la decisione riguardante "lo scrittore italiano Cesare Battisti" è stata presa sulla base "dello statuto dei rifugiati del 1951 e della legge 9.474 del 1997'', che prevedono quali ragioni valide per la concessione dello status di rifugiato "il fondato timore di persecuzione per motivi di razza o di opinione politica". La nota segnala tra l'altro che Battisti è stato condannato solo dopo la sua fuga in Francia nel 1981, sulla base di accuse non fondate su prove certe, ma della testimonianza del pentito Pietro Mutti.

Qualche giorno fa, in un'intervista al settimanale brasiliano Epoca, Battisti aveva detto di essere sicuro di "finire morto" nel caso di un rientro in Italia, dichiarandosi "certo che se tornassi, finirei vittima di una vendetta. Nel 2004 ho sofferto in Brasile - aveva precisato - un tentativo di sequestro da parte dei servizi segreti paralleli italiani". In dichiarazioni apparse sul quotidiano Estado de S.Paulo, il ministro Genro aveva ricordato che stava "cercandoinformazioni sul tipo di punizione che hanno sofferto gli apparati illegali di repressione che agirono in Italia in quel periodo, e che erano legati alla mafia e alla Cia. Devo conoscere questo perché, se questi apparati sono ancora intatti, c'è un rischio per Battisti".

Farnesina: "Brasile riveda decisione"
"L'Italia rivolge un appello al presidente del Brasile Lula da Silva affinché vengano esperite tutte le iniziative che possano promuovere, nel quadro della cooperazione giudiziaria internazionale nella lotta contro il terrorismo, una revisione della decisione giudiziaria adottata".
by eraclix

Elena T. ha detto...

Eraclix, torno a dire che il mio commento non è politico, ma rappresenta un libero pensiero.
Non conosco il programma Obama e nemmeno quello della Clinton, io sto parlando di uomo e donna.
Esiste un presidente nero, non è mai esistita una presidente donna. Le donne (ben che vada) arrivano sempre seconde nei posti di comando.
Viene da pensare che per fortuna non c'è il terzo sesso, altrimenti in che posizione ci avreste relegate??
Ci sarà vero progresso solo quando non verranno più fatte distinzioni.

Elena T. ha detto...

Poi capita che, girovagando fra i blog, si possano leggere queste parole scritte da un giovane uomo e allora penso che non tutto è perduto.
Forse c'è ancora speranza. La speranza per noi donne di vedere finalmente generazioni di uomini diversi. Uomini che non parlano di guerra, ma di amore.
Che possa davvero rivelarsi la giusta 'cura' per questo mondo malato??..
Vorrei poter dire che sono stata brava a crescere una persona così, ma in realtà sono stata solo fortunata! Molto fortunata!!
E perdonatemi l'orgoglio di mamma, ma sono una donna dopotutto..
Si fa chiamare Freespirit, ma è soprattutto Freemind!


Colpevole del reato. Questo è il giudizio che il freddo, razionale Cervello ha sentenziato di te, spietata assassina, che ti sei divertita a sferzare coltellate su Cuore, proprio quando batteva forte, proprio quando batteva per te. Cervello allora ha chiamato il suo braccio destro, Orgoglio, ordinandogli di cancellare tutte le tue tracce dal suo archivio, Memoria, e dalla lista dei Bisogni. Ma non ci riuscì. Allora Cervello, spazientito, ordinò a Orgoglio di chiamare Tempo, medico cardiaco per eccellenza, affinché curasse le ferite sul povero Cuore, mentre Orgoglio continuava a cercare un modo per cancellarti dalla Memoria o, almeno, a sfumarne Ricordo. Passano i mesi, e Cuore sembra che stia meglio, ha ancora le cuciture sui fasci di muscoli che si devono cicatrizzare, ma almeno è compatto. Allora si intromette Memoria, fa sparire Orgoglio, confonde Cervello, addormenta Tempo e avvelena Cuore, il quale inizia a ricoprirsi di spine come il gambo di una rosa, ma che lo pungono come fosse un puntaspilli. Cervello si accorge dell'imbroglio, e rispedisce Memoria al suo posto. Si accorge che Orgoglio è scomparso, e si accinge in persona a togliere le spine da Cuore, che soffre come e più di prima, perché appunto manca il suo fidato amico, Orgoglio, a dargli la morfina per cacciare Dolore, ma senza riuscirvi. Tempo si sveglia, si accorge dell'accaduto e inizia a lottare con Memoria, una lotta che sta ancora durando. Cervello li guarda combattere, in disparte, senza interferire. È inutile, non ne ha il potere! Nel frattempo viene raggiunto da Ego, suo grande alleato e iniziano a discutere dell'accaduto. Alla fine Ego dice fra se e se, fissando nel vuoto: 'ma che fine ha fatto Amore?'

http://cooperfm.style.it/

Anonimo ha detto...

io dico solo quello che penso. I comunisti i froci e gli arabi devono morire....tutti grandi e piccoli e tu Romoletto mi deludi....Israele fà beneissimo a bombardare conbombe al fosforo scuole e ospedali palestinesi.....

kosovaro ha detto...

eraclix...non lo sai nemmeno tu quello che dici.
ormai ho perso la speranza di seguire un filo logico con te.
...ma come?
pubblico un post e mi accusi di essere fuori tema (il tema che ho scelto io), poi mi paragoni a grillo, mi accusi di essere sinistroide (un altro termine per la tua felicità ), quindi mi dai del sessantotino ed infine dici di non aver inteso dire 68ttino nel senso letterale, però scrivo come uno di lotta continua!
mavaffanculo!
quelli di lotta continua mettevano le bombe, così come prima linea, ordine nuovo, fuan, fdg, br, mafia, camorra e quanti altri vuoi...la lista è lunga.
quello che voglio io è un mondo dove le diversità servano a completarci e migliorarci, non dividerci!
tutto l'opposto di quello che mi accusate.
non sono schierato con nessuno, solo con il genere umano e capisco - so - che insieme siamo forti, divisi...
ma ormai (forse) sei troppo malato di demagogia e troppo pessimista per pensare ad essere costruttivo e non limitarti alla sterile polemica.
poi un vaffanculo pure a romoletto che scherza e rompe il cazzo, poi appena un anonimo mette mezza frase contro lui si offende e fa il permaloso.
ma come, hai fatto anche tu l'anonimo!
...poi, mi fa piacere che hai vissuto in mezzo a gente islamica, lavorandoci e mangiandoci insieme, grande tuo padre, la strada da percorrere è questa!
...ma che delusione tu che dici che alcune cose della loro cultura ti stanno bene, ma per altri versi li prenderesti a calci nel sedere...ti sei mai domandato quanta gente e per quante cose prenderebbe TE a calci nel culo?
e per ultimo un vaffanculo pure a me e chi me lo fa fare a lavare la testa all'asino: perdo tempo, acqua e sapone!
odesso non ho ì tempo, vi saluto.
a presto.


marco.

p.s.: c'è stato un tempo in cui ero attivista politico: nel fdg!
poi ti spiego il perchè.

Anonimo ha detto...

@anonimo...ti pregherei di non dire sciocchezze..scrivere certe porcherie non è degno di alcuno.
La libertà di scrivere in questo blog non va confusa con la licenza di esprimere con il torpiloquio delle oscenità indegne del rispetto dell individuo valore più alto mnel quale OVALIA crede.
by eraclix

Anonimo ha detto...

@kosovaro..si ridevo anch io mentre ti accusavo di essere fuori tema del tuo stesso post..ma tant'è...

Anonimo ha detto...

@elena..grande freespirit...

eraclix ha detto...

ovviamente gli uiltimi commenti sono miei...

eraclix ha detto...

Lotta continua era un giornale oltre che un movimento extraparlamentare. L'ideologo era sofri ma di bombe non ne ha messe alcuna..mi spiace hai confuso i fischi per i fiaschi

Romoletto ha detto...

senti anonimo, accetta il mio consiglio vai da un psichiatra e fatti ricoverare

sai chi sono ha detto...

anonimo fai una piccolo esperimento prendi una bomba di carnevale l'accendi e te la fai spoppiare nel baco del culo razzista di merda con le guerre muoiono anche bambini prova a pensare se fossero i nostri figli

Anonimo ha detto...

a Romoletto ( già il nome la dice lunga... )dico che sei un falso ipocrita nazi-fascista...perchè non ti manifestati realmente per quello che sei!
Racconti in maniera molto pacata il tuo pensiero.Ma quello che sei e' evidente. E sei spreggevole due volte, perchè' , cosciente di non poter dire cio' che pensi, lo veli con questa pseudo-moralità di destra sopita...

A Sai chi sono a detto chiedo scusa per non aver saputo rendere meglio la mia ironia.Ho figli e sapere che 300 bambini sono morti mi fà male.Come mi ferirebbe se fossero tedeschi, israeliani o cinesi o anche froci.

una volta per tutte lasciate stare il Kosovaro che già ha i suoi problemi.

Anonimo ha detto...

@ Eraclix, quanto e bello fare libera demagogia....anche tu sei rimasto vittima del defunto comunismo.
Lo vuoi capire o no che il comunismo e' fallito.
E stai sempre a menarcela sulla sinistra...
Cambia musica.
Sinistra e destra sono contrapposizioni superate e fortemente volute da chi evidentemente le cerca per giustificare i propri misfatti.
La verità non e' ne a dx ne a sn!!!! La verità, non esiste.
La comprendi la differenza tra storia e storiografia?

Anonimo ha detto...

@anonimo:..la verità..?! E chi pensa di esserne il depositario?!..Ne io nè certamente una parte..Ma destra e sinistra esistono al di la del piattume nazionale e i modesti figuri che rappresentano ambo gli schieramenti..E' un modo di vedere e di intendere..la vita la società e le ricette per la gestione della cosa pubblica.
by eraclix

kosovaro ha detto...

il kosovaro dice: non lasciatemi stare!
solo contro tutti mi diverto di più!
...poi, se proprio vuoi darmi una mano - e dio solo sa quanto ne ho bisogno - fatti riconoscere e parla in faccia alla gente, grazie.

a presto.

marco.

kosovaro ha detto...

...naturalmente il commento precedente è rivolto all'anonimo che dice di lasciarmi stare.

marco.

"....la piu' bella vittoria l'avremo ottenuta quando le mamme italiane spingeranno i loro figli a giocare al rugby se vorranno che crescano bene, abbiano dei valori, conoscano il rispetto, la disciplina e la capacita' di soffrire. Questo e' uno sport che allena alla vita."

John Kirwan ex allenatore nazionale italiana e giocatore degli All Blacks